Quiz sulla Prima guerra mondiale
Conoscenza degli eventi storici: La Prima guerra mondiale
Storia

Rossana Cannavacciuolo
2013


00:30:00
1

Inserisci nel testo le 16 parole mancanti scegliendole tra quelle elencate qui sotto.

Gavrilo Princip - Francesco Ferdinando - Guglielmo II - Nicola II - Russia - Austria - Francia - Italia - Giappone - Turchia - Inghilterra - Belgio - Stati Uniti - stati alleati - 1910 - 1914 - 1915 - 1917 - 1918 - trincea - movimento - battaglia - Alleanza - Intesa - Caporetto - Vittorio Veneto - Trieste - Bolzano - Vienna

La scintilla della guerra fu l'assassinio dell'erede al trono austriaco, l'arciduca , a Sarajevo per mano di uno studente serbo indipendentista il 28 giugno . Dopo la respinta dell'ultimatum austriaco da parte della Serbia, il 28 luglio iniziarono le ostilità. Il conflitto in breve si estese, uscendo dai confini dell'Europa. Dalla parte della Serbia si schierarono la Russia, che proteggeva da anni gli stati slavi, l' e la Francia (i cosiddetti Alleati). Poco tempo dopo si unì a queste potenze anche il . Dall'altra parte, infatti, erano entrate in guerra l'Austria, l'Ungheria e la Germania, successivamente si era schierata al loro fianco anche la , nemica della Russia. L'Italia si era invece dichiarata neutrale, dal momento che la Triplice , cui essa apparteneva, aveva un carattere difensivo, mentre l'Austria aveva attaccato per prima e per giunta senza consultare nemmeno l'alleato italiano.
La prima fase della guerra vide la trasformazione della guerra lampo sperata dai Tedeschi in lunga e usurante guerra di
.
I Tedeschi, infatti, invasero il
(che si era dichiarato neutrale) ed erano penetrati in Francia, puntando direttamente su Parigi. Ai primi travolgenti successi seguì però una battuta d'arresto, in quanto Francesi e Inglesi opposero una resistenza accanita. Nel il governo italiano, dopo aver firmato a Londra un patto segreto con l'Intesa, entrò in guerra a fianco degli Alleati.
Nel 1917 avvennero due fatti di grande importanza: da un lato l'entrata in guerra degli
a fianco degli Alleati e dall'altro l'uscita dal conflitto della , a causa della rivoluzione bolscevica scoppiata al suo interno. Sul fronte italiano, nel 1917 ci fu la grave sconfitta di : gli Austriaci travolsero l'esercito italiano costringendolo a ritirarsi sulla linea del Piave. Ma nel gli Italiani lanciarono la controffensiva, giungendo fino a . Il 3 novembre l'Austria firmò l'armistizio e i soldati italiani entrarono a Trento e a .
La guerra si concluse pochi giorni dopo, quando, essendo ormai chiara la disfatta dell'esercito tedesco, costretto ad arretrare dall'offensiva francese, inglese e statunitense, il Kaiser
fu cacciato dalla Germania, che proclamò la repubblica e firmò l'armistizio.