Lavori dei miei alunni

TESTI

A.s. 2014/’15

FIABE ILLUSTRATE CON IL TANGRAM

Fiabe di gruppo scritte e illustrate con i disegni del tangram dalla classe I C (Miriam A., Lorenzo B., Alessia C., Loris C., Benedetta C., Sara C., Giuseppe D., Diego D., Jacopo F., Giulia F., Sara G., Filippo M., Giulia M., Emanuele M., Federico M., Qamil M., Simone O., Ivan P., Simone S., Gabriele S., Lara S., Lorenzo S., Sara S., Jonathan V.).

Versione in html5

Download pdf

fiabe_tangram

 

A.s. 2013/’14

Fiaba di gruppo scritta e illustrata dalla classe I C (Anna A., Sara B., Debora B., Davide B., Giulia B., Giulia C., Riccardo C., Denise C., Aurora C., Andrea D., Luca G., Valentina G., Angelo I., Aurora M., Daiana M., Daniela M., Eleonora P., Chiara P., Christian R., Vanessa R., Paolo S., Salvatore S., Alice S., Cleiron T.)

IL BAMBINO E IL MISTERO DELL’ORCO

C’era una volta un bambino che si era perso in una foresta.

Camminò e camminò fino a che si trovo davanti a una casetta. Vi entrò e vide una tavola imbandita, piena di cose buone. Il bambino cominciò a mangiare, ma subito sentì dei cigolii. Da una stanza uscì un orco  che, alle parole del bambino, si impietosì e gli diede una mappa della foresta  per aiutarlo a tornare a casa. Il ragazzino ringraziò l’orco e si incamminò seguendo le indicazioni della mappa.

orco di Daniela M.

A un certo  punto incontrò un lupo che gli si avvicinò scodinzolando e lo invitò ad andare a casa sua. Il ragazzino accettò e seguì il lupo fino a una caverna grande e buia. Nonostante la paura il bambino entrò nella grotta, dove intravide per terra delle piccole ossa; tentò di scappare, ma il lupo, rimasto fuori, chiuse l’entrata con un grande masso. Il bambino pianse e pianse, fino a che stremato, si addormentò.

Al risveglio vide appese al soffitto tre streghe orribili che sembravano avere tutta l’intenzione di mangiarselo. La mappa che il bambino teneva ancora in mano cominciò a brillare, dal bagliore uscì una spada, il ragazzino la impugnò e, dopo una lunga battaglia, riuscì a uccidere le streghe.

Il lupo, che era di guardia, insospettito dai rumori e dalle urla, tolse il masso e fece per entrare nella caverna quando si trovò faccia a faccia con il ragazzino. Il lupo stava per sbranare il bambino, quando arrivò l’orco, che cominciò a combattere con l’animale per salvare l’amico. All’improvviso squillò il cellulare del bambino, il lupo si distrasse, così l’orco riuscì a ucciderlo. Il ragazzino rispose alla chiamata: al telefono era sua madre, tutta preoccupata perché da ore  non riusciva a comunicare con lui, in quanto evidentemente nella caverna non c’era campo.

Grazie alle spiegazioni fornite dall’orco la donna raggiunse i due nella foresta. Tutti e tre si abbracciarono. L’energia sprigionata da quell’abbraccio fece improvvisamente trasformare l’orco, che prese le sembianze del padre del bambino, padre che a era stato da tutti creduto morto, ma che invece un incantesimo delle tre streghe cattive aveva mutato in un essere spaventoso. L’uomo si scusò, dicendo che, poiché si vergognava del suo aspetto orribile, non aveva avuto il coraggio di far ritorno a casa. La moglie e il figlio lo perdonarono subito e tutti insieme vissero felici e contenti.

 

ANIMAZIONI

A.s. 2012/’13

Gif animata costruita dalla classe II C (Alessandro B., Enea C., Alessandro C., Elisa C., Luigi D., Eric F., Alessia F., Riccardo G., Giulia G., Noemi G., Luca M., Vanessa M., Riccardo M., Marco M., Andrea O., Matteo P., Francesco R., Omar R., Angelica T., Emanuele V.)

 UEanim

VIDEO-DOCUMENTARI

A.s. 2005/’06

A.s. 2009/’10

 

A.s. 2010/’11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*